La frase urbana.pdf

La frase urbana

Jean-Christophe Bailly

Come parlano oggi le città a chi voglia intenderle davvero? «Il linguaggio e la città sono equilibri che vivono delle perturbazioni che generano, sono sistemi aperti.» Pietre, muri, asfalti, monumenti, parchi, terreni abbandonati, centri e periferie, verde spontaneo, antico splendore imbellettato e ridotto a bene di consumo culturale, modernismo dispiegato, aree pedonali, zonizzazione, espansione per accumulo: tutti insieme concorrono all’effetto-città. Effetto essenzialmente linguistico, secondo Jean-Christophe Bailly, che grazie alla metafora della lingua – alla musicalità che dovrebbe ritmarla – arriva a cogliere lo specifico del paesaggio urbano e metropolitano meglio di un urbanista o di uno storico dell’architettura. Ma come parlano oggi le città a chi voglia intenderle davvero? Non con un fraseggio fluido e ben accordato, bensì con «parole fiacche e improprie», «verbi non coniugati», infiniti e sostantivi posti «gli uni accanto agli altri». Una dizione ancora alla ricerca della partitura che accolga la felice improvvisazione dei recitativi in prosa capaci di recuperare la centralità della strada, invece di farsi ingombrare dagli assoli declamatori delle grandi opere architettoniche prive di contesto. Senza indulgere alla retorica dell’erranza e della nostalgia, Bailly ci invita ad accompagnarlo mentre calca i selciati in tre continenti, indugia sui materiali più umili e su ciò che è in disuso, ridà senso agli spazi che fuoriescono da schemi funzionali predisposti. Solo nella combinatoria infinita dei nostri passi, ci suggerisce, le città tornano a esprimersi, connettendo tra loro parti prima ammutolite nell’isolamento. E solo così quello che si limitava a scorrerci davanti agli occhi potrà diventare per noi finalmente visibile.

This paper deals with urban public spaces and their contribution to build social identity, ... de integración social y de formación de identidad en el seno de la sociedad urbana. ... En el caso del Parque de los Reyes se repiten las frase... 19 Ago 2015 ... Amanda Watkins resume su fascinación con los Cholombianos en una simple frase: "Eran de lejos la gente más interesante en una ciudad ...

9.43 MB Dimensione del file
9788833928043 ISBN
Gratis PREZZO
La frase urbana.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La frase urbana PDF online - Facile! Registrati sul nostro sito web elbe-kirchentag.de e scarica il libro di La frase urbana e altri libri dell'autore Jean-Christophe Bailly assolutamente gratis!

avatar
Mattio Mazio

Acquista il libro La frase urbana di Jean-Christophe Bailly in offerta; lo trovi online a prezzi scontati su La Feltrinelli.

avatar
Noels Schulzzi

La frase urbana, Libro di Jean-Christophe Bailly. Sconto 5% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Bollati Boringhieri, collana Nuova cultura. Introduzioni, brossura, settembre 2016, 9788833928043.

avatar
Jason Statham

Queste frasi vengono da fonti esterne e potrebbero essere non accurate. bab.la non è responsabile per il loro contenuto. Italian Tuttavia, la dimensione urbana ha sinora avuto un riconoscimento insufficiente.

avatar
Jessica Kolhmann

La frase urbana. E-book. Formato EPUB è un ebook di Jean-Christhope Bailly pubblicato da Bollati Boringhieri , con argomento Città - ISBN: 9788833974958 Acquista l'ebook 'La frase urbana' su Bookrepublic. Facile e sicuro!! ... Descrizione. Pietre, muri, asfalti, monumenti, parchi, terreni abbandonati, centri e periferie, verde spontaneo, antico splendore imbellettato e ridotto a bene di consumo culturale, modernismo dispiegato, aree pedonali, zonizzazione, espansione per accumulo: tutti insieme concorrono all'effetto-città.