Perle di vetro e gioie false. Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nellItalia moderna.pdf

Perle di vetro e gioie false. Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nellItalia moderna

Barbara Bettoni

la ricerca presentata in queste pagine ricostruisce il progressivo - ma non sempre incontrastato - insinuarsi, nellItalia settentrionale tra Età moderna e primo Ottocento, di una cultura del gioiello non prezioso ancora inesplorata «Nel corso del Sei e del Settecento gli oggetti destinati allornamento della persona, come dei suoi abiti e dei suoi accessori, furono protagonisti di importanti cambiamenti di gusto e funzione. Sul mercato europeo delle novità, infatti, era stata promossa una vasta gamma di articoli, espressione di un nuovo concetto del lusso, in cui eleganza, sobrietà, comodità, tendenza al facile rinnovo e maggiore accessibilità in termini di prezzi si ponevano come alternativa allo sfarzo e allesclusività del lusso rappresentato dai beni tipicamente richiesti dalle corti rinascimentali.» Nel corso del Sei e del Settecento gli oggetti destinati allornamento della persona, come dei suoi abiti e dei suoi accessori, furono protagonisti di importanti cambiamenti di gusto e funzione nel panorama europeo delle novità. Il volume analizza la risposta registrata sul territorio italiano al mutamento verificatosi sul piano internazionale nel mercato di questo tipo di oggetti. Concentrandosi sulle produzioni di gioielli non preziosi o diversamente preziosi praticate nelle regioni settentrionali della penisola, lo studio, che si avvale di un ampio ventaglio di fonti, individua nella manifattura veneziana delle perle di vetro un processo spontaneo e originale di innovazione dei prodotti in funzione del nuovo gusto e, nella produzione di «minuterie gentili» e «galanterie di ogni sorta» alternative alle originarie creazioni di oreficeria, un primo sforzo di realizzare e reinterpretare, a livello locale, «bigiotterie» e «chincaglierie» alla moda francese e inglese ormai in voga. Giungendo alla definizione di nuove figure come quella del «bigiottiere», del «fabbricante di chincaglierie» e del «chincagliere», che vanno ad affiancare gli originali protagonisti delle più tradizionali manifatture italiane di gioielli non preziosi, come i «perleri» e i «gioiellieri da falso», la ricerca presentata in queste pagine ricostruisce il progressivo - ma non sempre incontrastato - insinuarsi, nellItalia settentrionale tra Età moderna e primo Ottocento, di una cultura del gioiello non prezioso ancora inesplorata.

1 mar 2019 ... Contemporanea di Italia e Germania. ... moderno l'Ara Pacis, l'altare che celebra ... Italiano di Cultura di Stoccarda la ... Nato nel. 1940 a Rosarno (Reggio Calabria) è da annoverare tra i più ... produzione del s... 14 set 2016 ... Cultura e grande arte sarà invece al centro dello spazio “La ... nuova mostra dal titolo “Gioielli alla moda” racconterà la storia del bijoux dagli ... parole gravissime e false ... nell'era del digitale, cui è dedicat...

7.21 MB Dimensione del file
9788831723190 ISBN
Gratis PREZZO
Perle di vetro e gioie false. Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nellItalia moderna.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il mio primo cerca & trova eBook Perle di vetro e gioie false. Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nell'Italia moderna eBook Illustrazione di moda. Figurini eBook Fonti medievali. Un'antologia eBook Caso, probabilità e complessità eBook Canto di Natale eBook Il mio amico mostro puzzone. Gli anni di Padova Filastrocche e storielle con la città Perle di vetro e gioie false. Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nell'Italia moderna Adone. Variazioni sul mito In cucina con Harry Potter. Il ricettario non ufficiale Cornelio Fabro Darth Vader e la sua principessina

avatar
Mattio Mazio

Di Leone Usicco UNA STORIA CHE SI PERDE ALLE ORIGINI DELLE PIU' ANTICHE CIVILTA' 5000 ANNI DALLA SCOPERTA DEL VETRO MA DA ALLORA SONO POCHI I CONTRIBUTI DELLA NOSTRA TECNOLOGIA ANZI E' UNA CONTINUA RISCOPERTA DI FORME E COLORI E TECNICHE Stabilire con certezza quale popolo possa vantarne la scoperta, che probabilmente avvenne per invenzione… La storia del vetro non ha inizio in Mesopotamia, dove nel terzo millennio gli antichi mastri artigiani inventarono la tecnica di produzione del vetro. Il vetro si trova infatti in natura. Si forma quando la sabbia di quarzo si scioglie in seguito a un forte innalzamento della temperatura e la massa fusa si raffredda successivamente.

avatar
Noels Schulzzi

Galleria Bugno di Venezia nel quadro della manifestazione The Venice Glass ... L'artigianato artistico del vetro a Murano è più vivo che mai e questa mostra ... Non voglio però dimenticare i fatti reali che hanno dato origine a questa... George Orwell nel suo capolavoro 1984, questo è, forse, il più atroce e il più attuale. É atroce ... sociologica e psicologica del controllo politico, sociale e culturale, in un ... La distopia non è solo una degenerazione rintracciabile ...

avatar
Jason Statham

La cultura popolare è memoria collettiva, è lavoro, lotta per i diritti, rivendicazione proletaria di spazi alternativi di costruzione di senso, Valori che nell’Italia contemporanea sembrano chirurgicamente elusi e rimossi dalle coscienze della maggioranza.

avatar
Jessica Kolhmann

Dopo aver letto il libro Perle di vetro e gioie false.Produzioni e cultura del gioiello non prezioso nell'Italia moderna di Barbara Bettoni ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui.