Beato Rolando Rivi. Seminarista martire.pdf

Beato Rolando Rivi. Seminarista martire

Paolo Risso

Nato presso Reggio Emilia nel 1931, Rolando maturò presto la volontà di diventare sacerdote. Nellaprile del 1945 fu rapito e imprigionato da un gruppo di partigiani comunisti. Torturato e trucidato in odio alla fede, rese la suprema testimonianza di amore a Cristo.

Beato Rolando Rivi (1931-1945) Seminarista e martire Omelia1 Angelo Card. Amato, SDB 1. Fratelli e sorelle è con le lacrime agli occhi che mi accingo a parlare del Beato, Rolando Rivi, morto martire per la fede.2 La commozione sgorga dal mio cuore di vescovo, che piange la morte di questo ragazzo, forte come una quercia

3.56 MB Dimensione del file
9788801058161 ISBN
Gratis PREZZO
Beato Rolando Rivi. Seminarista martire.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Beato Rolando Rivi – Seminarista, martire Rolando Rivi nasce il 7 gennaio 1931, figlio di contadini cristiani, nella casa del Poggiolo, a San Valentino, nel Comune di Castellarano (Reggio Emilia).

avatar
Mattio Mazio

Beato Rolando Rivi Seminarista, martire 13 aprile San Valentino, Castellarano, Reggio Emilia, 7 gennaio 1931 - Piane di Monchio, Modena, 13 aprile 1945 «Domani un prete di meno», questa la motivazione che venne data dal commissario politico della formazione partigiana garibaldina che uccise nel 1945 il seminarista Rolando Rivi di 14 anni. Rolando Rivi, martire per fede nel triangolo rosso 24/04/2020 Era un giovane seminarista di 14 anni e fu ucciso in modo barbaro dai partigiani nel 1945 in odio alla fede. Fu sequestrato e torturato per tre giorni. I carnefici usarono la sua tonaca nera per farne un pallone da calcio e poi appesa come un trofeo.

avatar
Noels Schulzzi

Alleanza Cattolica si occupa da decenni della straordinaria figura di Rolando Rivi (1931-1945), il seminarista martire ucciso il 13 aprile 1945, da alcuni partigiani comunisti in provincia di Reggio Emilia: in particolare ricordiamo il pellegrinaggio alla tomba del giovane martire avvenuto il 29 settembre 2002. Rolando Rivi era un seminarista di 14 anni quando, nell'aprile del 1945, venne sequestrato mentre studiava con indosso la sua veste talare che ne ricordava costantemente l'appartanenza a Gesu', venne torturato per piu' giorni, e poi venne ucciso (mentre pregava) da un assassino accecato, come i suoi complici, dall'odio comunista contro la Chiesa.

avatar
Jason Statham

"Io sono di Gesù": questo diceva Rolando Rivi, seminarista martire a quattordici anni per mano di alcuni partigiani comunisti. Oggi è il titolo della mostra a lui dedicata, organizzata dall'Associazione Famiglie della parrocchia di Casalmaggiore e della Zona Pastorale V, visitabile dal 1 al 10 novembre alla chiesa di S. Chiara. Nel tragico periodo precedente la fine del secondo conflitto mondiale, Rolando Rivi, un ragazzo di San Valentino (Castellarano, Reggio Emilia), buono e intelligente, di famiglia contadina, seminarista quattordicenne dalla vocazione precoce, reo unicamente di vestire l'abito sacerdotale e di manifestare con fierezza la sua appartenenza a Gesù e alla Chiesa, viene barbaramente percosso e ucciso in odio alla fede da partigiani comunisti.

avatar
Jessica Kolhmann

14 apr 2020 ... ... decenni della straordinaria figura di Rolando Rivi (1931-1945), il seminarista martire ucciso il 13 aprile 1945, ... Siamo nella pieve di San Valentino a Castellarano dove il 7 gennaio 1931 è nato il futuro beato Rolan...