Maternità.pdf

Maternità

Sheila Heti

Unintensa e provocatoria riflessione del desiderio, il dovere e il rifiuto di procreare. «Se voglio figli o meno è un segreto che nascondo a me stessa: è il più grande segreto che nascondo a me stessa» Il desiderio di maternità è un insieme di forze contrastanti che non riguarda solo la procreazione, la famiglia, il padre e la madre, i figli, ma uno spazio emotivo più ampio in cui convivono infelicità e speranza, realizzazione di sé e smarrimento. Ed è da questo assunto, a tratti paradossale, che scaturisce uno degli sguardi più originali e potenti degli ultimi anni su un tema che suscita prese di posizione sempre più inconciliabili. In questo racconto che oscilla tra il romanzo autobiografico e il saggio intimo, il pamphlet provocatorio e unumoristica indagine filosofica, la narratrice Sheila si avvicina ai quarantanni, e accanto a sé ha la maggioranza delle amiche che sta considerando la possibilità di avere un figlio o già lha avuto. La donna si ritrova a ponderare una scelta che le appare difficilissima, pone a se stessa domande continue e feroci, interroga lI Ching, si affida al caso beffardo di un lancio di dadi. Il dubbio si insinua come un tarlo, cresce a dismisura, svanisce e ricompare monopolizzando il suo quotidiano, il suo lavoro, la sua relazione sentimentale. «Dovrei fare un figlio con Miles? No. In generale, dovrei avere un figlio? Sì. Allora devo lasciare Miles? No». Ma esiste davvero una soluzione? Sheila si informa, parla con medici, amici, parenti, si confronta con il compagno, non arriva mai ad una risoluzione e fatica a trovare una risposta che le sembri giusta, saggia, moralmente accettabile. Sogni ricorrenti dovuti allansia, un insistito scrutinio del proprio corpo, tutto le appare iniquo. Soprattutto la sconvolge il destino già scritto in ogni giovane donna, quello di un imperativo culturale e naturale a cui è impossibile sottrarsi. Heti si aggira in un territorio ostile e poco esplorato, alla ricerca di una nuova maturità come artista e come donna. Maternità è un libro tutto giocato sullironia e sulleccentricità del candore. È una disamina della procreazione dal punto di vista etico, sociale e psicologico, è la cronistoria di unilluminazione esistenziale che si fa strada faticosamente, e insegue, consapevole della difficoltà della sfida, la possibilità di una nuova stesura delle regole della femminilità.

Maternità. La dottoressa, medico in formazione specialistica, è tenuta a comunicare immediatamente il suo stato di gravidanza all'Amministrazione universitaria ...

2.15 MB Dimensione del file
9788838939174 ISBN
Maternità.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

maternità. [ma-ter-ni-tà] s.f. inv. 1 Il diventare e l'essere madre: desiderio di m.; il rapporto affettivo della madre con il figlio: le gioie della m.; il rapporto ... 7 gen 2021 ... L'assegno di maternità del Comune è una misura di integrazione del reddito per le mamme che non beneficiano del trattamento di maternità.

avatar
Mattio Mazio

Il sostegno alla maternità si rivolge alle lavoratrici in gravidanza per le quali la missione cessi nei primi 180 giorni dall'inizio della stessa. Per congedo di maternità (già astensione obbligatoria) si intende il perio- do di interdizione obbligatoria delle lavoratrici madri al lavoro. In termini generali è ...

avatar
Noels Schulzzi

"La maternità è il più bel punto di non ritorno": in queste parole condensano il loro punto di vista sul diventare mamme le due autrici di "La chiamavano maternità" (Navarra Editore, 160 pagg ...

avatar
Jason Statham

Per fruire del congedo di maternità: entro due mesi dalla data presunta del parto, la lavoratrice deve presentare al datore di lavoro e all’INPS la domanda di indennità di maternità (l’invio della domanda all’INPS deve avvenire esclusivamente per via telematica) nonché il certificato medico indicante la data presunta del parto; 05/05/2020

avatar
Jessica Kolhmann

Anche l’insegnante supplente ha diritto alla maternità, ai permessi e all’astensione. La normativa sulla maternità si applica alla generalità delle lavoratrici dipendenti e quindi pure alle