Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis.pdf

Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis

Enrico Merlin,Veniero Rizzardi

19 agosto 1969. Mentre si ripulivano i prati di Woodstock, Miles Davis portò in studio unorchestra senza precedenti: tredici solisti con chitarre e tastiere elettriche, quattro percussionisti, un clarinetto basso, un sax soprano. Con qualche appunto sulla carta e dopo solo una serata di prove, in tre mattine si registrò un disco la cui portata storica fu subito chiara. Fin dalla sua pubblicazione, Bitches Brew ridefinì il campo della musica contemporanea e influenzò intere generazioni di musicisti e di ascoltatori. Era ancora jazz? Molti parlavano del capostipite di un nuovo genere musicale che fondeva le sottigliezze improvvisative del jazz con lenergia del rock. Ma la vera, inaudita novità stava nelle proporzioni, nel respiro formale di brani insolitamente estesi per venti e più minuti, frutto di un sapientissimo lavoro di postproduzione. Visionario, psichedelico, progettato come unopera musicale innovativa e allo stesso tempo pianificato come un grande successo commerciale, Bitches Brew fu il risultato di una serie di esperimenti durati alcuni anni, durante i quali la visione artistica di Miles entrò in una fruttuosa tensione con gli interessi del suo editore, ma potè contare sempre sulla sottile mediazione del produttore-compositore Teo Macero. Consultando per la prima volta un corposo materiale darchivio, e grazie allaccesso ai nastri di lavoro conservati presso la Columbia, Enrico Merlin e Veniero Rizzardi ricostruiscono la genesi dellalbum.

Bitches Brew Recording Sessions August 19, 20 & 21, 1969 Miles Davis (tp) Wayne Shorter (ss) Genesis-Movement Jungleland Knopflertk cello difuoco del jazz. Ma Miles non si fermò li, andò oltre. Passati die- ci anni, nell'estate del 1969 registrò un altro di- sco che, uscito pochimesi dopo, nel 1970, stravolse di nuovo le regole. Si inti- tolava Bitches Brew. Se Kind of Blue era stato un Brew. Il capolavoro di Miles Davis che ha rivoluzionato iljazz, in uscita ora

4.26 MB Dimensione del file
9788842815013 ISBN
Gratis PREZZO
Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Genesi del capolavoro di Miles Davis. ISBN 9788842815013. pagine: 320. € 35,00. ... Bitches Brew fu il risultato di una serie di esperimenti durati alcuni anni, durante i quali la visione artistica di Miles entrò in una fruttuosa tensione con gli interessi del suo editore, ... Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis è un grande libro. Ha scritto l'autore Enrico Merlin,Veniero Rizzardi. Sul nostro sito web elbe-kirchentag.de puoi scaricare il libro Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis. Così come altri libri dell'autore Enrico Merlin,Veniero Rizzardi.

avatar
Mattio Mazio

Merlin Enrico - Rizzardi Veniero Bitches Brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis 2009, 318 p., Editore Il Saggiatore Anno di celebrazioni per il sublime Miles.Si ricorda il contemporaneo genetliaco per due autentiche milestones, pietre miliari-musicali, per usare un calembour davisiano. Nel 1959 fu l'uscita discografica di Kind Of Blue, forse Il disco jazz; mentre esattamente dieci anni ... Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis è un libro scritto da Enrico Merlin, Veniero Rizzardi pubblicato da Il Saggiatore nella collana Opere e libri

avatar
Noels Schulzzi

Visionario, psichedelico, progettato come un'opera musicale innovativa e allo stesso tempo pianificato come un grande successo commerciale, "Bitches Brew" fu il risultato di una serie di esperimenti durati alcuni anni, durante i quali la visione artistica di Miles entrò in una fruttuosa tensione con gli interessi del suo editore, ma potè contare sempre sulla sottile mediazione del produttore ... 19 agosto 1969. Mentre si ripulivano i prati di Woodstock, Miles Davis portò in studio un'"orchestra" senza precedenti: tredici solisti con chitarre e tastiere elettriche, quattro percussionisti, un clarinetto basso, un sax soprano. Con qualche appunto sulla carta e dopo solo una serata di prove, in tre mattine si registrò un disco la cui portata storica fu subito chiara.

avatar
Jason Statham

Bitches brew : genesi del capolavoro di Miles Davis / Enrico Merlin, Veniero Rizzardi Milano : Il saggiatore, 2009 Monografie Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis: 19 agosto 1969.Mentre si ripulivano i prati di Woodstock, Miles Davis portò in studio un'"orchestra" senza precedenti: tredici solisti con chitarre e tastiere elettriche, quattro percussionisti, un clarinetto basso, un sax soprano.

avatar
Jessica Kolhmann

Scopri Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis di Merlin, Enrico, Rizzardi, Veniero: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon.