I centri storici come parte del patrimonio culturale.pdf

I centri storici come parte del patrimonio culturale

Richiesta inoltrata al Negozio

I centri storici fanno parte del patrimonio culturale, come beni paesaggistici per i quali il codice dei beni culturali dispone uno stretto regime di tutela. Sul loro valore assoluto la Corte costituzionale si è da tempo espressa, ma la distanza della prassi dalla coerenza costituzionale è rimasta e sembra anzi essersi acuita. II volume propone la riflessione su questi temi, di un gruppo interdisciplinare di studiosi che hanno posto al centro della loro indagine larea veneta. Con i suoi notevolissimi centri storici, tre dei quali qualificati siti Unesco e soprattutto con Venezia, la città probabilmente più famosa e più preziosa al mondo, il Veneto si presta particolarmente a essere preso come modello di studio su quanto è stato fatto (di giusto o di sbagliato) e quanto si deve fare per salvaguardare e rigenerare le città darte italiane. Saggi di Tomaso Montanari, Anna Simonati, Filippomaria Pontani, Cinzia Colaluca, Giuseppe Massignan, Antonella Perini, Antonio Cassatella, Marco Giampieretti, Sandro De Nardi, Franco Frison, Primo Vitaliano Bressanin.

La nozione di patrimonio culturale riveste diversi aspetti che evolvono con il tempo in funzione dell’oggetto considerato. Il patrimonio culturale evolve perché il concetto del territorio cambia e considera la difesa del patrimonio come difesa del territorio: il patrimonio culturale è legato a un paesaggio avente delle particolarità estetiche.

6.27 MB Dimensione del file
9788815286208 ISBN
I centri storici come parte del patrimonio culturale.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il valore educativo del patrimonio culturale nell’educazione della persona umana Valentina Arcomano ... suoi edifici storici e moderni, con i suoi punti di incontro ma anche di scontro e ... gli individui riconoscono come facenti parte del loro patrimonio culturale. Tale patrimonio culturale … Centri fondamentali per l’aggregazione sociale, ... rappresentata da una Commissione paritetica. Ne faranno parte il presidente della Regione Marche, ... valorizzare e comunicare un elemento distintivo della nostra identità socio-culturale: l’immenso patrimonio storico culturale fatto …

avatar
Mattio Mazio

Patrimonio culturale. ... in questo momento storico l'economia è interessata da un aumento dei rendimenti legati alle dimensioni ... Dalla polarizzazione centro-periferia, d'altra parte, ...

avatar
Noels Schulzzi

Paesaggio e centri storici come beni culturali. L'Italia, come paese-simbolo del patrimonio storico-culturale mondiale che ha nel turismo ... accettata e condivisa come parte di quello che viene considerato il patrimonio culturale «na... 4 ago 2020 ... di centro storico e si nutre dell'apporto critico degli. studi e delle ricerche, ... del patrimonio culturale concorrono a preserva-. re la memoria della ... come parte differenziata e qualificata attraverso la. sua spe...

avatar
Jason Statham

I centri storici fanno parte del patrimonio culturale, come beni paesaggistici per i quali il codice dei beni culturali dispone uno stretto regime di tutela. Sul loro valore assoluto la Corte costituzionale si è da tempo espressa, ma la distanza della prassi dalla coerenza costituzionale è rimasta e sembra anzi essersi acuita.

avatar
Jessica Kolhmann

Non solo chiese, palazzi e monumenti, ma anche strade e piazze dei centri storici sono beni tutelati, a prescindere dall’esistenza di una dichiarazione esplicita di interesse culturale. È quanto previsto dall’articolo 10 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, decreto legislativo del 2004 che disciplina la tutela del patrimonio italiano. Fanno parte del patrimonio culturale di un paese, sono riconosciuti come zone corografiche, ossia rappresentative di una determinata regione, che costituiscono paesaggi naturali o trasformati ad opera dell'uomo (quelle zone in cui siano presenti strutture insediative urbane che, per il loro pregio, offrono testimonianza di civiltà).