La biblioteca segreta di Leonardo.pdf

La biblioteca segreta di Leonardo

Francesco Fioretti

Un grande genio sempre alla ricerca della verità. Un matematico di fama alle prese con un efferato delitto. Una biblioteca perduta i cui libri potrebbero cambiare la storia Milano, 1496. Leonardo da Vinci ha atteso con ansia quel primo incontro con frate Luca Pacioli, allievo di Piero della Francesca e illustre matematico. Entrato nella cella del frate nel monastero che lo ospita, nellattesa che questi arrivi, Leonardo si sofferma su un dipinto che ritrae lo studioso. Un insieme di allegorie e di richiami alla geometria euclidea che lo colpisce infinitamente: di certo è stato il frate a scegliere ogni dettaglio. Per Leonardo, da sempre interessato a ogni branca del sapere, la matematica, il cui studio gli era stato precluso, rimane la regina di ogni scienza. Proprio per questo aveva chiesto allambasciatore milanese a Venezia di invitare il francescano a Milano. Da lui, potrà finalmente apprendere quel sapere. Lincontro tra i due uomini, però, viene funestato dalla morte del vicino di cella di Pacioli, un sedicente frate, in realtà un ladro, reo di aver trafugato degli antichi testi bizantini giunti in Italia in seguito alla rovinosa crociata in Morea condotta da Sigismondo Pandolfo Malatesta. Quei volumi, scomparsi insieme allassassino, sono di grandissimo interesse anche per Leonardo e per Pacioli. Insieme, da Milano a Venezia, da Firenze a Urbino, attraversando unItalia ormai al tramonto della felice epoca pacifica e indipendente di Lorenzo dei Medici, degli Sforza e dei Montefeltro, i due si metteranno sulle tracce dellassassino e dei testi rubati, e Leonardo scoprirà lenigma nascosto nel quadro che raffigura Pacioli.

La trama è impalpabile e fortemente intrisa di storia, matematica e filosofia. La lettura è piacevole ma a tratti è quasi impossibile seguire i ragionamenti matematici e le spiegazioni filosofiche. Ho trovato invece molto interessante la descrizione delle opere di Leonardo e il racconto della loro nascita.

1.89 MB Dimensione del file
9788856665833 ISBN
La biblioteca segreta di Leonardo.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La biblioteca segreta di Leonardo è un grande libro. Ha scritto l'autore Francesco Fioretti. Sul nostro sito web elbe-kirchentag.de puoi scaricare il libro La biblioteca segreta di Leonardo. Così come altri libri dell'autore Francesco Fioretti.

avatar
Mattio Mazio

La biblioteca segreta di Leonardo, Libro di Francesco Fioretti. Sconto 5% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Piemme, rilegato, ottobre 2018, 9788856665833. La biblioteca segreta di Leonardo Francesco Fioretti pubblicato da Piemme dai un voto. Prezzo online: 8, 94 € 14, 90 €-40 %. 14, 90 €

avatar
Noels Schulzzi

La biblioteca segreta di Leonardo è un libro scritto da Francesco Fioretti pubblicato da Piemme x Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità …

avatar
Jason Statham

La biblioteca segreta di Leonardo, in occasione dei cinquecento anni dalla morte del genio, è stato pubblicato in diversi Paesi europei. Il suo ultimo romanzo, ...

avatar
Jessica Kolhmann

Un grande genio sempre alla ricerca della verità. Un matematico di fama alle prese con un efferato delitto. Una biblioteca perduta i cui libri potrebbero cambiare la storia. Milano, 1496. Leonardo da Vinci ha atteso con ansia quel primo incontro con frate Luca Pacioli, allievo di Piero della Francesca e illustre matematico. Per Leonardo, da sempre interessato a ogni branca del sapere, la matematica, il cui studio gli era stato precluso, rimane la regina di ogni scienza. Proprio per questo aveva chiesto all'ambasciatore milanese a Venezia di invitare il francescano a Milano. Da lui, potrà finalmente apprendere quel sapere.