La fisica di Aristotele.pdf

La fisica di Aristotele

Wolfgang Wieland

Lintento di questo libro non è linterpretazione di unopera di Aristotele, bensì dellintera filosofia aristotelica centrata sulla Fisica, Si tratta di un intento originale e ardito, perché ribalta limmagine tradizionale del filosofo antico, costruita sulla centralità della Metafisica. Ponendo al centro del pensiero di Aristotele la Fisica. Wieland non intende affatto, però, confrontare nel contenuto la concezione aristotelica della natura con le teorie della fisica moderna e contemporanea, poiché un abisso le divide. Egli intende piuttosto esaminare il metodo della ricerca fisica di Aristotele, e su questo piano la distanza tra lantico e i moderni si riduce di molto.

Aristotele non ha mai di fatto scritto un’opera chiamata Metafisica dal momento che il termine “metafisica” venne introdotto da Andronico di Rodi, famoso compilatore aristotelico di età sillana e apposto sugli scritti aristotelici che, sulla base degli argomenti trattati, potevano essere collocati “al di là della fisica” anche in

3.97 MB Dimensione del file
9788878855342 ISBN
La fisica di Aristotele.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Aristotele non ha mai di fatto scritto un’opera chiamata Metafisica dal momento che il termine “metafisica” venne introdotto da Andronico di Rodi, famoso compilatore aristotelico di età sillana e apposto sugli scritti aristotelici che, sulla base degli argomenti trattati, potevano essere collocati “al di là della fisica” anche in ottica di struttura del corpus stesso. L'Etica.Dopo le scienze teoretiche (la Metafisica, la Fisica e la Matematica) ci sono le scienze pratiche, che riguardano la condotta degli uomini e del fine che si propone il singolo individuo (questa è l’etica), mentre lo studio della condotta e del fine dell’uomo come parte della società riguarda la politica. Qualsiasi azione umana tende ad un fine: cioè alla realizzazione di un ...

avatar
Mattio Mazio

Fisica aristotelica. È la teoria del movimento, e tale si è mantenuta sino alle origini della scienza moderna. Aristotele parla di quattro movimenti: Sostanziale:  ...

avatar
Noels Schulzzi

LA FISICA DI ARISTOTELE. A cura di Diego Fusaro . Introduzione. Le dottrine fisiche elaborate da Aristotele occupano una posizione assolutamente centrale nella cultura che va dal mondo greco fino alle soglie dell’età moderna, quando s’è verificata quella “rivoluzione scientifica” che ha avuto in Copernico e in Galilei i suoi eroi: Platone aveva rigettato la possibilità di una Aristotele chiama Fisica l’indagine e il relativo studio della natura definito physis in continuità con la tradizione presocratica che prima di lui aveva a lungo indagato sul mondo naturale, considerando l’etimologia della parola physis che deriva dal verbo greco fuo che significa “nascere”, “generare” da cui nascor e natura in latino.

avatar
Jason Statham

La Fisica per Aristotele studia le sostanze sensibili soggette al movimento a partire dalla natura di questo moto. Aristotele distingue quattro tipi di movimento : il movimento sostanziale , cioè la generazione e la corruzione;

avatar
Jessica Kolhmann

La fisica aristotelica. La fisica è la seconda scienza teoretica e corrisponde allo studio dei corpi in movimento. Aristotele distinse quattro tipi di movimento: - movimento sostanziale, che