Schermi della risacca (Poesie 2017-2019).pdf

Schermi della risacca (Poesie 2017-2019)

Stefano Iucci

Lavvio di questa nuova raccolta di Stefano Iucci non lascia dubbi sul percorso intrapreso dal poeta romano, sullo scavo nella profondità dei sentimenti e sul dolore della perdita. Già dalle prime poesie ci sono continui riferimenti al vuoto, allabbandono, a ciò che poteva essere e non è: La tua donna e lì, in alto, / sempre in alto, non la raggiungi, / non la preghi, non ti inginocchi a lei / se prima di perderla / non capisci chi sei. Allora lamore, il suo significato, risiede nellessere stesso di chi ama, non nelloggetto dellamore, non nella donna che sta sempre in alto. È un percorso opposto alla scalata quello che bisogna fare: bisogna scendere, invece, tutti i gradini, andare a fondo, impararsi prima di poter amare, di poter dire questa è la mia donna. Eppure, malgrado la coscienza di ciò, malgrado la conoscenza di questo ineluttabile cammino, cè unamarezza (o forse un disincanto) nei versi di Iucci che fa intravedere laltra parte della vicenda amorosa, quellessere sempre soli anche quando si è in due, quel riflettere della pozzanghera che rimanda solo il tuo passo, quel riflesso nelle vetrine che mostra non più lo spazio che occupi ma il tempo. (Mauro Fabi)

poesia LA RISACCA di IGNAZIO AMICO su Natura: Seduto sul mio scoglio, a pochi passi dalla spiaggia, sento la brezza fra i capelli, mentre respiro umida salsedine; seguo le onde che una dopo l\'altra, in un ritmo costante, quasi di musica a Archivio culturale di Trapani e della sua provincia

1.83 MB Dimensione del file
9788832743036 ISBN
Schermi della risacca (Poesie 2017-2019).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.giadorto.it o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

sabato 29 febbraio 2020 - Ore 18.30 Presentazione del libro di poesie “Correnti di risacca” di Davide Carella (Edizioni Amande, Casier (TV) 2019) in dialogo con l’autore: Chiara Olivero (scrittrice) e Daniela D’Angelo (cantante). „Una delle migliori scopate della mia vita. Sentivo l'acqua, sentivo la risacca che andava e veniva. Era come se stessi venendo con tutto l'oceano. E venivo, venivo, non finiva mai. Alle fine rotolai giù. «Oh Gesù Cristo», dissi «Oh, Gesù Cristo». Non so come mai Gesù Cristo finisse sempre col mischiarsi a faccende del genere.“

avatar
Mattio Mazio

sabato 29 febbraio 2020 - Ore 18.30 Presentazione del libro di poesie “Correnti di risacca” di Davide Carella (Edizioni Amande, Casier (TV) 2019) in dialogo con l’autore: Chiara Olivero (scrittrice) e Daniela D’Angelo (cantante). „Una delle migliori scopate della mia vita. Sentivo l'acqua, sentivo la risacca che andava e veniva. Era come se stessi venendo con tutto l'oceano. E venivo, venivo, non finiva mai. Alle fine rotolai giù. «Oh Gesù Cristo», dissi «Oh, Gesù Cristo». Non so come mai Gesù Cristo finisse sempre col mischiarsi a faccende del genere.“

avatar
Noels Schulzzi

Archivio culturale di Trapani e della sua provincia

avatar
Jason Statham

più della risacca, picchio sulla spalla il frinire della colpa che mi ingessa quando contumace sono con me e ritrovarla nei cippi ingoiati fino a farmi orrore, perché in tutto c’è una colpa, liberarsi è il divenire di sé. Esposto sotto vetro ti conobbi come una medusa di cavi intontito dal colpo di un’accetta. Vedevo sul tuo torso

avatar
Jessica Kolhmann

Un convivere pieno di affetti, con per bussola i punti cardinali della convivenza (l'equità, la giustizia e così via): ecco il tema di queste poesie, sia che si manifesti in un romantico mito politico, sia che si lasci intravedere nella tenerezza di un rapporto famiglia-re.